Esplorazione.net
Esplorazione.net
 

Precedente Avventura Avventura n° 008 Prossima Avventura

Val Grande, dall'Alpe Ompio all'Alpe Vercio

Traccia GPS dall'Alpe Ompio all'Eremo di Vercio - Mappa Mappa

Per arrivare a Ompio consigliabile percorrere l'autostrada per Gravellona Toce e prendere l'uscita per Verbania. Proseguire quindi verso il lago, superando la prima indicazione per Mergozzo e la grande rotonda sulla strada provinciale.

Cinquanta metri pi avanti, sulla sinistra, visibile la seconda indicazione per Mergozzo e immediatamente dopo, quasi con lo stesso imbocco, la strada che da Fondotoce porta a San Bernardino.

Occorre seguire le indicazioni per Santino e Rovegro, facendo attenzione ad una biforcazione che gira sulla sinistra, dove possibile incontrare il primo cartello che indica Cicogna e percorrerla fino al primo bivio che riporta le indicazioni per l'Alpe Ompio

La strada sempre asfaltata e in ottime condizioni fino all'Alpe Ruspesso (937 m) dove si può lasciare l'auto in un piccolo parcheggio accanto al primo dei cartelli indicatori.

Una stradina sterrata nel bosco porta in 10 minuti all’accogliente rifugio Fantoli (1000 m) del CAI di Pallanza dove è possibile rifocillarsi e prenotare il pranzo per il ritorno.

Il sentiero per Vercio parte proprio accanto al cartello del Parco Val Grande, nei prati alla sinistra della stradina che conduce al rifugio, segnalato da una freccia bene in vista.

Percorsi pochi passi in leggera salita, si incontra subito un bivio che può mettere in confusione, ma a scanso di equivoci occorre mantenere ancora la sinistra, puntando ad aggirare il pendio della montagna che sale verso il Monte Faiè.

Da questo momento è praticamente impossibile sbagliare perchè il sentiero non concede distrazioni e si inoltra nel bosco in falsopiano, tra valloncelli e costoni rocciosi da superare senza particolari difficoltà.

E' possibile trovare qualche passaggo fangoso in prossimità di alcuni ruscelli, ma niente per cui valga la pena di attrezzarsi in modo specifico, basta fare attenzione al fondo viscido e tenere per mano eventuali bambini.

Ad una curva del sentiero, Vercio ci appare all'improvviso tra gli alberi, in condizioni normali non occorrono più di 40 minuti per la passeggiata, quasi completamente in ombra e con un punto di arrivo spettacolare.

L'unico dubbio ci coglie quando ormai siamo arrivati sul pianoro e, davanti ad una gruppetto di baite ben ristrutturate, ci appare un sentierino che sale diritto tra i campi.

Noi invece attraverseremo le costruzioni tenendo ancora una volta la sinistra e, percorso qualche centinaio di metri arriviamo nel territorio dell'Eremo.

Ciò che subito ci sorprende è la pace che abbraccia questi prati curati, queste aiuole fiorite, e non possiamo resistere alla tentaione di una visita alla piccola chiesa che domina la valle, dove il silenzio ci cosglie all'improvviso.

L'Eremo è costituito da alcune casette semplici e ben tenute, dove è possibile soggiornare in cerca di se stessi. Lo sguardo trova conforto sulle cime delle montagna che ci circondano ed ogni dettaglio sembra ricordarci la grandiosità della natura.

Occorre ricordare che l'Alpe Vercio è proprietà privata, quindi è necessario mantenere un comportamento consono al luogo che si sta attraversando, evitando comportamenti chiassosi o un abbigliamento poco rispettoso,

E' il posto ideale per un picnic ma anche per la conteplazione. A tale scopo si possono trovare numerose panchine che guardano nel vuoto, mostrando ai nostri occhi la visione dall'alto del lago di Mergozzo e della valli che lo circondano.

E' possibile salire a Vercio anche dalla frazione Bracchio (Mergozzo), percorrendo in due ore un'interminabile sentiero a gradoni, consigliato a chi possiede un buon allenamento.

 

L'Eremo di Vercio è un'area religiosa privata in cui occorre tenere un comportamento riguardoso per rispetto di coloro che hanno scelto di viverci in completa solitudine.

 

 

Abel Wakaam

 

Inserisci il nome di un luogo da cercare - Elenco Rifugi - Elenco Laghi
Tutte le parole Almeno una parola Una frase